Guasti e problemi

A volte i componenti strutturali, gli impianti di riscaldamento e sanitari richiedono l’attenzione di esperti. Alcuni esempi tipici riguardanti il consumo di calore e acqua sono:

  • Finestre e porte si bloccano o non si chiudono bene, tapparelle, tende e persiane sono difettose.
  • Nonostante le finestre siano chiuse non si riesce a raggiungere la temperatura desiderata.
  • Alcuni settori di pareti, pavimenti o soffitti sono molto più freddi delle aree circostanti.
  • Il riscaldamento non risponde all’impostazione del termo­stato (con i riscaldamenti a pavimento può metterci da due a tre ore).
  • Sulle pareti o sul soffitto si notano chiazze di umidità o muffa.
  • I rubinetti che perdono devono essere riparati al più presto. Bastano 10 gocce al minuto per sprecare 170 litri di acqua al mese.
  • Una perdita di acqua della cassetta di risciacquo o il galleggiante dell’entrata dell’acqua che non chiude possono causare una perdita di migliaia di litri di acqua al mese.
Indietro